Category Archive News

Comunicato stampa

La Rete Fattorie Sociali Sicilia – BioAS e la Cooperativa Sociale “Energ-Etica Catania” esprimono viva
soddisfazione per l’approvazione all’unanimità da parte del Consiglio Comunale di Misterbianco della
delibera che abbatte del 100% la TARI alle organizzazioni del terzo settore che gestiscono i beni confiscati
alla mafia nel territorio del Comune di Misterbianco.
“Alcuni mesi fa” dichiara Salvatore Cacciola (Presidente Rete Fattorie Sociali Sicilia – BioAS), “avevamo
avanzato questa proposta che è stata subito condivisa dal Presidente del Consiglio Comunale Lorenzo
Ceglie e dal Sindaco di Misterbianco Marco Corsaro”.
La decisione del civico consesso è stata preceduta dall’audizione del dott. Salvatore Cacciola da parte della
VI Commissione Consiliare “Bilancio” e della Commissione urbanistica. In quella seduta congiunta tutti i
consiglieri comunali hanno espresso il loro orientamento per la riduzione significativa della TARI. Dopo
l’acquisizione dei pareri tecnici, il 24 gennaio 2024, il Consiglio Comunale ha approvato un atto di concreta
vicinanza ai progetti di inclusione sociale che sono presenti nel territorio del Comune di Misterbianco.
Questa decisione rappresenta un segno concreto e altamente civile di un impegno di tutti i consiglieri
comunali e della comunità di Misterbianco a sostenere i progetti di antimafia sociale e ad essere vicini alle
diverse esperienze presenti nel territorio.
Aggiunge Salvatore Cacciola: “auspico che questa buona prassi venga adottata anche da altri comuni. La
Sicilia è la regione che ha più beni confiscati, spesso abbandonati e con grandi difficoltà di gestione. Le
organizzazioni del terzo settore hanno bisogno di sostegni concreti alle loro azioni quotidiane di
prevenzione e di promozione sociale. L’esenzione della TARI dimostra una volontà precisa di
collaborazione.”
Misterbianco, 25 gennaio 2024
L’ufficio comunicazione
Rete Fattorie Sociali Sicilia – BioAS
Cooperativa sociale Energ-etica Catania

18 gennaio 2023 – ore 16 Seminari d’Ateneo: Le Chiese di fronte alla mafia

Scarica la locandina del seminario

 

Seminari di Ateneo

Territorio, ambiente e mafie – intitolati a Giambattista Scidà

DALL’ANALISI DEL FENOMENO MAFIOSO ALLA CITTADINANZA ATTIVA

XI Edizione

Programma a.a. 2023-24

 

Proponente: Rossana Barcellona – Coordinatore: Antonio Fisichella

 

Formato

Sei lezioni di tre ore ciascuna in presenza presso Auditorium Monastero dei Benedettini (Piazza Dante) e/o sulla piattaforma Microsoft Teams

 

Frequenza

Obbligatoria per almeno 4 delle lezioni previste

 

Iscrizione

Per iscriversi è sufficiente inoltrare una mail all’indirizzo

antoniofisichella 62@gmail.com

Termine di iscrizione: 18 gennaio 2024

 

Al termine del Seminario, previa presentazione di una relazione finale sulle attività svolte, sarà rilasciato un attestato di idoneità al fine dell’assegnazione di 3 CFU. Per gli esterni è previsto il rilascio di un attestato di partecipazione.

 

Per ulteriori informazioni chiamare il 335-6474488

 

Il Seminario è aperto alle studentesse e agli studenti iscritte/i a tutti i Corsi di Laurea dell’Università di Catania sulla base degli ordinamenti didattici previsti dai vari Corsi di Laurea. Il Seminario è altresì aperto alla partecipazione di Associazioni della Società civile, insegnanti, studentesse e studenti delle Scuole di ogni ordine e grado, cittadine e cittadini impegnati nel mondo del volontariato e comunque interessati.

 

PROGRAMMA

 

Auditorium ‘Giancarlo De Carlo’

giovedì 18 gennaio 2024 ore 16

 

I – Le Chiese di fronte alla mafia

Coordina Roberto Cellini (Direttore Dipartimento Economia e Impresa Sociale-Catania)

Interventi:

Sua Eccellenza don Luigi Renna (Arcivescovo di Catania);

Augusto Cavadi (già Professore di Storia della Filosofia e Presidente Casa dell’Equità e della Bellezza-Palermo);

Francesco Sciotto (Pastore Chiesa Valdese- Messina).

Antonio Fisichella (Comitato contro la dispersione scolastica)

 

 

Auditorium ‘Giancarlo De Carlo’

giovedì 25 gennaio 2024 ore 16

 

II – Esperienze di antimafia sociale

Coordina Mirko Viola

Tavola rotonda con interventi:

Antonio Fisichella (Comitato contro la dispersione scolastica);

Carlo Colloca (Prof. di Sociologia dell’Ambiente e del Territorio, Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali-Catania e componente Osservatorio Metropolitano per la prevenzione della devianza giovanile);

Piero Mancuso (I Briganti di Librino)

Matteo Iannitti (ARCI-Catania e “Siciliani giovani”).

 

Auditorium ‘Giancarlo De Carlo’

lunedì 12 febbraio 2024 ore 16

 

III – Le mafie oggi: i loro affari, la zona grigia

Coordina Adriana Laudani

Interventi:

Isaia Sales (Docente di Storia delle mafie Università S. Orsola Benincasa-Napoli), Mafie ieri, oggi e la zona grigia;

Michele Corradino (Presidente V Sezione Consiglio di Stato), Il sistema degli appalti fra corruzione e criminalità;

Antonio Fisichella (Comitato contro la dispersione scolastica).

 

Auditorium ‘Giancarlo De Carlo’

lunedì 19 febbraio 2024 ore 16

 

  1. Mafie al Nord-Italia

Coordina Antonio Fisichella

Interventi:

Alessandra Dolci (Magistrato – Coordinatrice DdA Tribunale di Milano);

Mario Portanova (Giornalista, FQ Millennium/il Fatto Quotidiano), Il radicamento delle mafie al Nord-Italia: quando, come e perché.

 

Aula Magna ‘Santo Mazzarino’

venerdì 23 febbraio 2024

 

V – Donne contro la mafia: Letizia Battaglia

Coordina Simona Laudani

Interventi:

Peppino Lo Bianco (Memoria e Futuro);

Sabrina Pisu (Saggista);

Maria Rizzarelli (Prof.ssa di Critica Letteraria e Letterature Comparate e di Letteratura e Cultura Visuale, DISUM-Catania).

 

 

Auditorium ‘Giancarlo De Carlo’

lunedì 26 febbraio 2024 ore 16

 

VI – La legislazione antimafia: a che punto siamo

Coordina Adriana Laudani

Interventi:

Annamaria Maugeri (Prof. Ordinario di Diritto Penale, Dipartimento di Giurisprudenza-Catania), La legislazione antimafia; strategie e novità normative;

Livio Ferrante (Docente di Economia politica, Dipartimento di Economia e Impresa Sociale-Catania), Il peso della mafia: effetti sullo sviluppo tecnologico e socio-economico dei territori;

Salvatore Cacciola (Presidente Reti Fattorie Sociali Sicilia BioAS), Uso dei beni confiscati alla mafia.

 

 

In collaborazione con i Dipartimenti:

Scienze Umanistiche; Giurisprudenza; Scienze Politiche e Sociali; Economia e Impresa e con l’“Osservatorio sulla criminalità organizzata-Università Statale Milano”.

 

Associazioni partecipanti:

ANPI Catania e Palermo; ARCI-Catania; ARGO; Associazione Antiestorsione Catania; Associazione antimafia Rita Atria; CittàInsieme; I Briganti di Librino; CGIL Catania; Fondazione Fava; “I Siciliani giovani”; “Le Siciliane-Casablanca”; Libera; Memoria e Futuro; Reti Fattorie Sociali Sicilia BioAS; Scuola di Formazione Antonino Caponnetto Milano; UDI Catania.